Alessandro Benetton
Aziende

Alessandro Benetton: “Rompere i pregiudizi? Vi presento la Factory Food Design di Autogrill”

Se leggendo il nome “Autogrill” vengono in mente esclusivamente immagini come la rustichella o una semplice pausa caffè durante il viaggio, secondo la psicologia questo vuol dire che probabilmente siamo soggetti al cosiddetto “bias di conferma”. Un errore cognitivo che consiste nel considerare rilevanti solo le informazioni che confermano le nostre convinzioni. E che ci porta a essere vittime dei pregiudizi: non tutti sanno infatti che oggi Autogrill è una multinazionale con un fatturato da 2,6 miliardi di euro e 34mila dipendenti sparsi in tutto il mondo, e che solo in Italia gestisce 70 brand della ristorazione.

A lanciare la provocazione è Alessandro Benetton nell’ultimo appuntamento della serie Youtube #UnCaffèConAlessandro.  Nel video, l’imprenditore alla guida di 21 Invest e Presidente di Edizione prova a spiegare come “rompere i bias di conferma” portando appunto l’esempio di Autogrill, che grazie al recente ingresso in Dufry si prepara a diventare un player mondiale. Ma la vera novità sta nel lancio, avvenuto lo scorso novembre, della Factory Food Designers: uno spazio dedicato alla sperimentazione e alla ricerca dell’innovazione gastronomica aperto a collaborazioni con chef stellati e nutrizionisti.

Scopo del progetto è ribaltare i pregiudizi e riuscire nell’ambizioso obiettivo di “industrializzare” prodotti di grande qualità rendendoli accessibili a tutti i viaggiatori. Un esempio viene da “Pastarìa”, progetto nato in collaborazione con lo chef Andrea Ribaldone che tramite un processo di prebollitura, congelamento e reidratazione consente di preparare rapidamente un primo piatto degno di un ristorante stellato. “Rompiamo il tabù che per fare la qualità bisogna stare sulle piccole quantità – è il commento di Alessandro Benetton – per me Pastarìa è la soluzione al bias di conferma: un enorme lavoro di ricerca fatto da Autogrill e dallo chef Ribaldone”. Lavoro che, aggiunge, l’azienda fa su più fronti continuamente, dalla cucina vegana con lo chef stellato Simone Salvini ai Dolci del Contemporary chef Luca Montersino fino al caffè con lo specialista Francesco Sanapo.

La multinazionale ha intenzione di replicare lo stesso approccio anche con l’Innovation Hub che Autogrill intende lanciare nel prossimo futuro sulla stessa linea dell’incubatore di startup di Fiumicino: “Autogrill è qualcosa di più della rustichella, è un’azienda innovativa nel proprio settore che avendo unito le forze con Dufry potrà anche esplorare nuovi orizzonti. L’unica vera soluzione al bias di conferma è la conoscenza – conclude Alessandro Benettone per questo i pregiudizi sono duri a morire, perché per ucciderli bisogna fare la cosa più difficile: riconoscere di avere dei limiti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 4 =