Insegna ingresso dell'azienda Pilkington a San Salvo
Aziende

Pilkington 2024: rinnovamento e assunzione di giovani

Il 2024 segna per la Pilkington un’epoca di significativo rinnovamento e crescita, testimoniando l’impegno costante di questa realtà industriale nel rafforzare la sua posizione di leader nel settore dei vetri. La strategia adottata dalla dirigenza mira a un continuo aggiornamento tecnologico e a un rafforzamento del personale, con l’inserimento di nuove figure giovani e altamente qualificate.

La Pilkington di Piana Sant’Angelo non si ferma: dopo l’assunzione di 60 giovani nel 2023, già all’inizio di quest’anno numerose nuove risorse sono state integrate nel team, consolidando il processo di innovazione e sostenibilità avviato dall’azienda. Questo rinnovamento si riflette non solo nel miglioramento delle tecnologie di produzione ma anche nell’apertura verso figure professionali emergenti, capaci di contribuire con freschezza e nuove idee.

Nonostante le sfide incontrate dal settore automotive, in particolare l’incertezza legata alla transizione verso l’auto elettrica, l’azienda vive un periodo di serenità, guadagnandosi riconoscimenti dal management internazionale. L’innovativa fusione con le aziende Primo e Bravo sotto il concetto di “One team” ha segnato un decisivo passo avanti, permettendo allo stabilimento di espandere la sua produzione e di lavorare su quattro turni, grazie anche agli ordinativi precedentemente gestiti dallo stabilimento polacco.

Con 29 stabilimenti sparsi per il mondo e una produzione esportata in oltre 130 località di 16 Stati, la Nsg Pilkington si conferma una realtà industriale di primo piano. L’impatto sul territorio italiano è significativo: dei 29mila dipendenti, circa 3mila lavorano in Italia, l’80% dei quali a San Salvo. Questo stabilimento non solo è cruciale per l’economia locale, ma rappresenta anche il cuore pulsante della produzione di vetri automobilistici per i maggiori costruttori europei e mondiali.

La fusione tra Pilkington, Primo e Bravo emerge come una mossa di lungimiranza strategica, che ha portato a un aumento dell’occupazione e a miglioramenti significativi in termini di produzione e integrazione aziendale. In un momento in cui il settore industriale mostra segni di difficoltà, l’ambiente lavorativo positivo e le strategie adottate dalla Pilkington rappresentano un faro di ottimismo.

Gli investimenti non si fermano: l’anno scorso sono stati annunciati investimenti per un totale di cinque milioni di euro, destinati alla realizzazione di nuovi impianti e al miglioramento delle linee di produzione esistenti, tra cui una nuova linea per i vetri temperati e un impianto per i vetri laterali laminati delle vetture di alta gamma. Questi sforzi non solo aumentano la capacità produttiva ma anche la qualità del prodotto finale.

Nonostante l’ottimismo e i progressi compiuti, i sindacati rimangono cauti, attenti alle incertezze che il settore automotive continua a presentare. La situazione è sotto costante monitoraggio, ma la direzione intrapresa dalla Pilkington fa ben sperare per il futuro, dimostrando che l’innovazione e un forte senso di comunità possono guidare l’industria attraverso tempi incerti verso un futuro luminoso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque + uno =