Alessandro Benetton: Pittarello vola a +30%

Fatturato in crescita grazie alla strategia della 21 Investimenti di Alessandro Benetton

“Non diamo vita ad una suggestione sbagliata: andare all’estero non sempre è la scelta migliore per i giovani”. Il governatore della Regione Veneto, Luca Zaia, ha lanciato un forte appello, ieri, a Legnaro, durante l’incontro tenutosi nello stabilimento della Pittarello, in occasione dell’inaugurazione del nuovo magazzino logistico. Un’azienda in crescita, nonostante la difficile congiuntura economica, e sono i numeri a dimostrarlo: 150 milioni di euro il fatturato 2012, a fronte di una crescita pari al 30%, a cui si aggiungono circa 30 milioni di euro di investimenti in ricerca e sviluppo, software ed attrezzature. Nel corso della cerimonia (alla quale sono intervenuti, oltre all’amministratore delegato, Andrea Cipolloni, anche Alessandro Benetton, presidente di “21 Investimenti”, che dal 2011 controlla l’azienda padovana) Zaia ha colto anche l’occasione per parlare di internazionalizzazione delle imprese, della disoccupazione giovanile che spesso ostacolo lo sviluppo imprenditoria, essenza vitale della crescita economica. “Le aziende come Pittarello costituiscono una fortuna per il nordest e dimostrano che esistono imprenditori illuminati, che sono riusciti a riscattarsi nonostante il difficile momento” ha detto, ponendo l’accento sulla necessità di un ricambio generazionale, che ormai si sta rendendo indispensabile anche nelle aziende più competitive. “Bisogna riconoscer le qualità dei grandi imprenditori, ma bisogna essere consapevoli del fatto che la grande sfida passa proprio attraverso il ricambio generazionale. Non è saggio far passare tra le giovani generazioni il messaggio che emigrare all’estero per trovare un lavoro sia sempre la scelta migliore. Fare la valigia non è sempre la soluzione giusta: i posti lasciati liberi da coloro che se ne vanno oggi non rimarranno vuoti, ma verranno occupati da altri giovani. L’economia non si fermerà, nonostante la crisi”. E proprio Pittarello ha dimostrato di essere un’azienda che continua ad investire e a credere nel ruolo fondamentale delle risorse umane, aumentando da 600 a 1050 il numero dei dipendenti in un anno e mezzo, con una forza lavoro pari a più di 1200 unità nel 2013. “Pittarello è un esempio indicativo del modo di operare di 21 Investimenti – ha commentato Alessandro Benetton -. Abbiamo portato l’azienda a un nuovo sviluppo in Italia e all’estero, ridisegnato il brand e la strategia commerciale, accompagnato la transizione da azienda famigliare ad azienda managerializzata. Un percorso che abbiamo disegnato insieme al management e alla famiglia Pittarello”. “La nuova sede e il nuovo magazzino logistico rappresentano una tappa importante nell’ambizioso piano di sviluppo che stiamo mettendo in atto – ha concluso Andrea Cipolloni -. Ora abbiamo l’opportunità di essere ancora più veloci, aggressivi e determinati su tutto il territorio nazionale: ma anche in Europa. Vogliamo investire nelle nostre origini ed essere riconoscenti al territorio in cui operiamo, un territorio che ci ha fatto nascere e nel quale siamo fortemente radicati”.

FONTE: Il Gazzettino
AUTORE: Linda Talato

Tagged with:

About author

Related Articles

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

15 + tredici =

cookie policy