Distretto produttivo cereali Sicilia
Made in Italy

Sicilia, Terra di Grano: il Distretto Cereali prende vita

In Sicilia, cuore agricolo d’Europa, nasce il Distretto produttivo cereali Sicilia. Carmelo Frittitta, dirigente generale del dipartimento delle Attività produttive della Regione siciliana, ha espresso durante la prima assemblea plenaria del Distretto, l’importanza dell’unione e dell’organizzazione della filiera cerealicola. L’evento si è svolto presso l’assessorato Regionale di via degli Emiri, segnando un punto di partenza per la consapevolezza collettiva e la necessità di sinergia. Il Distretto, con 65 aziende, 461 addetti e un fatturato di circa 170 milioni di euro, è frutto di un accordo di programma mirato alla concretezza e al futuro, illuminato da un decreto dell’assessore Edy Tamajo firmato lo scorso novembre. L’obiettivo è rafforzare competitività, innovazione, internazionalizzazione e crescita nel settore cerealicolo.

La Sicilia, con la più alta percentuale di microimprese, oltre il 96%, principalmente nel manifatturiero, mira a creare aggregazioni che potenzino il settore agricolo, necessitante di nuovi driver di sviluppo. Frittitta assicura che il Distretto, presentando progetti in regione, troverà un’amministrazione proattiva e pronta a rispondere.

La filiera cerealicola è intrinsecamente legata all’identità siciliana, dove si valorizza il rapporto tra grano e qualità, tra sfarinati e prodotti finiti, e dove la dieta mediterranea incontra la salute, con un focus sul grano duro. Il progetto si avvale del supporto di entità come la Sosvima spa, il Gal Isc delle Madonie, e il Consorzio di Ricerca Gian Pietro Ballatore. Il dottor Giuseppe Russo, biologo ricercatore del Consorzio e presidente del distretto, ha sottolineato il ruolo catalizzatore dell’istituto Ballatore e l’ampio seguito ottenuto dall’iniziativa. Il Distretto punta ridisegnare il valore del grano siciliano e della cultura imprenditoriale, con l’intento di valorizzare i prodotti da forno, la pasta e i dolci siciliani.

Al centro dell’assemblea, l’affermazione del brand Sicilia e lo sviluppo di una rete di sinergie tra ricerca scientifica e sistema imprenditoriale, con obiettivi in linea con la strategia dell’Unione Europea. Il Distretto produttivo cereali Sicilia rappresenta una sfida che celebra la nobiltà di una terra millenaria, guidata dal Dr. Russo e altri rappresentanti della filiera, che verranno confermati nella prossima assemblea. “È stato piantato il primo seme di un progetto di crescita sostenibile a medio-lungo termine, che esprime l’autenticità e lo spirito di intraprendenza locale, per sperimentare e potenziare un nuovo modello organizzativo”, ha concluso Carmelo Frittata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 + 11 =