Economia

Pompeo Pontone: il futuro economico dell’Europa, commento all’articolo di Philip R. Lane

Pompeo Pontone, professionista nel settore degli investimenti finanziari e consulente con oltre 20 anni di esperienza, ha di recente commentato un articolo pubblicato da Philip R. Lane (membro dell’Executive Board di ECB) nel quale si discute il futuro finanziario dell’Europa, parlando di investimenti ed inflazione.

La sostenibilità del rimbalzo economico attualmente in atto nell’area europea necessariamente dipenderà dalla simmetria della ripresa economica stessa”, ha dichiarato Pompeo Pontone. Nell’articolo si sottolinea un aumento delle spese dei consumatori molto deciso tra giugno e luglio 2020, con una conseguente ripresa del mercato degli investimenti. Nonostante ciò, però, le attività economiche che caratterizzano l’Europa rimangono al momento decisamente inferiori rispetto allo scenario pre-pandemico. È importante far notare inoltre che la ripresa non è per nulla omogenea se guardiamo a diversi ambiti e diversi Paesi, generando di conseguenza una situazione che resta molto ambigua e incerta. Si possono comunque fare delle probabili previsioni: “Senza che il settore dei servizi riprenda slancio, le prospettive economiche continueranno ad apparire incerte”, ha spiegato Pompeo Pontone. L’esperto ha sottolineato che il settore dedicato ai servizi è quello più sensibile alle restrizioni e al distanziamento sociale derivante dai timori del contagio. “Il leggero calo dell’output composito globale, con un Purchasing Managers’ Index (PMI) a quota 53.5 a dicembre, ha segnalato una fase di minore slancio. La percezione del rischio delle banche continua a crescere per la preoccupazione riguardante l’affidabilità creditizia di chi ha ricevuto prestiti.”

L’esperto ha concluso il suo intervento facendo notare come lo stimolo monetario e fiscale di ECB comunque svolga ancora un ruolo centrale, di continuo supporto per il recupero economico dell’area europea. Questo infatti “rimane essenziale per preservare un futuro scenario favorevole, che getti le basi per una condizione finanziaria ottimale in tutti i settori economici”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due + dodici =