Aziende

Alessandro Benetton cede a Permira il controllo di Vacalians

Forte plusvalenza per la società fondata da Alessandro Benetton, 21 Investimenti, dalla vendita del leader europeo dell’hotellerie valutato 350 milioni

Attraverso la consociata francese, il Gruppo 21 Investimenti di Alessandro Benetton ha annunciato ieri di aver perfezionato accordi vincolanti per la cessione del controllo di Vacalians Group al fondo Permire. Vacalians è entrato nel perimetro di 21 Investi a fine 2011, nell’ambito di un progetto di consolidamento che ha visto la creazione di uno dei leader europei nel settore dei soggiorni vacanza attraverso l’acquisizione prima di Vacances Directes, la fusione successiva con Village Center nonché l’ultima acquisizione, a dicembre 2014, di Canvas Holidays, uno dei principali operatori di riferimento del settore in Gran Bretagna e nei Paesi Nordici.
Sotto la gestione della società fondata da Alessandro Benetton, il gruppo francese dell’hotellerie è cresciuto in maniera molto importante, quadruplicando il fatturato e triplicando l’ebitda, sia grazie alle acquisizioni sia attraverso l’ampliamento delle destinazioni a nuovi mercati geografici e il rafforzamento dei canali di vendita, soprattutto attraverso internet. Vacalians Group, che attualmente gestisce oltre 17.500 bungalow distribuiti in più di 300 destinazioni turistiche, fattura più di 140 milioni di euro con un ebitda superiore al 25% ed è diventato uno dei leader nei soggiorni vacanza in Francia, Spagna, Italia e, grazie alla più recente acquisizione, anche in Inghilterra e Olanda. Gruppo 21 Investimenti non ha precisato le condizioni del deal, ma per solito questo tipo di attività passa di mano a prezzi che sono il doppio del fatturato. E se si considera che l’esposizione debitoria del leader dell’hotellerie ammonta grosso modo a 100 milioni di euro, è ragionevole immaginare che la partecipazione sia stata valorizzata intorno ai 350 milioni. Non è dato conoscere l’entità della plusvalenza realizzata da 21 Investimenti, visto il riserbo che circonda i particolari della transazione. Non deve però essere di entità modesta se da ambiente vicini alla finanziaria guidata da Alessandro Benetton la transazione viene definita “davvero molto soddisfacente”. Quanto al fondo Permira, alcuni giorni fa aveva annunciato di aver acquisito la tedesca Gfkl, leader nella gestione crediti con un portafoglio di circa 16,6 miliardi di euro.

FONTE: Il Messaggero
AUTORE: Serena Gasparoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − tredici =